Stabilsolid 20.15

Miscela legante-consolidante ecocompatibile a base di ossidi inorganici, specifica per gli interventi di stabilizzazione di inerti terrosi. La qualità dei componenti utilizzati, accuratamente selezionati e miscelati, consente di legarsi a terre nelle diverse classi di appartenenza e di apportare un sensibile incremento dei requisiti meccanico-prestazionali dei materiali trattati, mantenendone inalterato l'aspetto estetico originale e assicurando il più basso impatto ambientale possibile.
Per la stabilizzazione di materiali limo-argillosi è necessario l'impiego di STABILSANA nell'acqua d'impasto.

  • PARAMETRI BIOEDILI
  • Riutilizzo del terreno del sito
    Si
  • Compatibilità ambientale (vedi certificato)
    Si
  • Idonea capacità drenante
    Si
  • Resine, solventi o composti polimerici
    No
  • Aggregati radioemissivi
    No
  • CARATTERISTICHE TECNICHE
  • Aspetto
    Polvere fine
  • Colore
    Bianco
  • Conservabilità protetta
    6 mesi
  • AVVERTENZE
  • Per una corretta definizione delle miscele da utilizzare e per verificare l'idoneità del prodotto in funzione delle specifiche esigenze, è sempre indispensabile effettuare prove preliminari.
  • CONSERVAZIONE
  • Stoccare il prodotto in ambiente coperto ed asciutto ad una temperatura compresa tra 0°C e + 40°C
  • CONFEZIONE
    Sacchi da 25 kg
  • CONSUMI
    Determinati da destinazione d'uso e prove preliminari. Mediamente: 80-150 kg/m3
  • GENERALITÀ
    Il prodotto non è considerato pericoloso

Meccanismo d'azione

L'acqua libera presente nei materiali da stabilizzare, responsabile dei fenomeni di deformazione plastica, viene adsorbita chimicamente attraverso l'idratazione degli ossidi di cui è costituito STABILSOLID 20.15. Si generano così dei complessi sali idrati stabili capaci, già dopo poche ore, di modificare il comportamento fisico-meccanico dei terreni trattati. Le prestazioni meccaniche dei terreni consolidati aumentano così significativamente che, dopo 24-48 ore, i supporti possono essere considerati portanti.
Il processo di indurimento è assimilabile al naturale processo geologico chiamato diagenesi, responsabile della trasformazione dei sedimenti sciolti in roccia. La diagenesi comprende l'insieme delle trasformazioni chimico–fisiche subite da un sedimento dopo la deposizione e durante e dopo la litificazione. Durante la diagenesi possono avvenire significativi cambiamenti nella mineralogia e nella struttura della roccia. Nello schema sottostante si possono comprendere le analogie dei due processi.

Stabilsoid 20.15

Terrasolida.it - Promotec srls Unipersonale
Sede legale: Piazzetta Costantini, 24 33170 Pordenone PN - Sede operativa: Via Malignani, 33 33080 Fiume Veneto PN - PI: 01751660935

Powered by Netboom